SWL: Ottenerla gratuitamente da SWARL

Come sappiamo in Italia, non è più obbligatorio l’attestato SWL che abilita all’attività di ascolto delle bande radioamatoriali. Spesso però, si rende utile un “nominativo” univoco, riconosciuto in tutto il mondo.
In questo articolo vi spiegheremo come averne uno in forma del tutto gratuita.

Per incominciare e a scanso di equivoci pubblico un breve excursus della normativa vigente che ha reso l’ascolto radio libero.

Il DPR 5 ottobre 2001 n. 447 Decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2001,

“Regolamento recante disposizioni in materia di licenze individuali e di autorizzazioni generali per i servizi di telecomunicazioni ad uso privato” ART. 43 (ASCOLTO)

Art. 43 (Ascolto)

1. È libera l’attività di solo ascolto sulla gamma di frequenze attribuite al servizio di radioamatore.

IL DPR 447/01

Decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2001, n. 447 “Regolamento recante disposizioni in materia di licenze individuali e di autorizzazioni generali per i servizi di telecomunicazioni ad uso privato” (G.U. Supplemento ordinario n.300 del 28.12.2001)
http://www.infodomus.it/radio/disposizioni/dpr447_01completo.htm , sancisce e stabilisce, al di là di ogni ragionevole dubbio e possibile interpretazione, che per ascoltare le bande assegnate al Servizio di Amatore, non occorre più nessun permesso, nessuna autorizzazione, nessuna licenza, nessuna dichiarazione: mettersi all’ascolto delle bande utilizzate dai radioamatori è assolutamente libero, lecito, permesso. Di fatto tutte le “autorizzazioni per l’installazione di una stazione radio di solo ascolto delle bande dei radioamatori decadono “.

Articolo 9 (Ascolto)

L’attestato dell’attività di ascolto non è più obbligatoria, se desiderate la sigla distintiva relativa all’attività radioamatoriale di solo ascolto-SWL (Short Wave Listener ) per inserirla nella propria QSL o per partecipare a contest, diplomi , allora potete richiedere SWL.

Articolo 9 (Ascolto)

1. I soggetti di cui all’art. 43 del dPR n. 447/2001, che intendono ottenere un attestato dell’attività di ascolto, possono richiedere, con domanda in bollo conforme all’allegato F, l’iscrizione in apposito elenco e l’assegnazione di una sigla distintiva, da apporre su copia della domanda stessa o su documento separato conforme al modello di cui all’allegato G.

2. La sigla distintiva relativa all’attività radioamatoriale di solo ascolto-SWL (Short Wave Listener) è formata da: “lettera I (Italia), numero di protocollo, sigla della provincia di appartenenza”.

Il Certificato di SWL viene rilasciato anche da SWARL Short Wave Amateur Radio Listenin, (free) valido per diplomi-contest-QSL.

Un radioricevitore, qualunque sia la sua tipologia, è sempre e solamente un ricevitore e mai un ricetrasmettitore, magari utilizzato solo in ascolto. Le leggi italiane sono molto precise in materia: non è possibile detenere un ricetrasmettitore, nemmeno se lo si utilizza solo in ricezione, nemmeno se non ne funziona la parte trasmittente, nemmeno facendone denuncia di possesso, a meno che non si abbia un titolo, che può essere una Licenza di Impianto ed esercizio di Stazione di Radioamatore, una Autorizzazione Generale per l’attività di Radioamatore, una Concessione governativa, una denuncia di inizio di attività su Banda Cittadina o altro (fatto salvo gli apparati ricetrasmettitori di piccola potenza previsti dalla Legge, i cosiddetti LPD o Low Power Devices).

Per ascoltare la radio (che siano Onde Lunghe, Medie, Corte, Ultracorte o altro) non occorre sottoscrivere nessun abbonamento, pagare alcun canone, richiedere alcun permesso, licenza o autorizzazione: per gli scopi concessi e per le bande concesse, l’utilizzo del radioricevitore è assolutamente libero.

Decreto Legislativo 1 agosto 2003, n. 259
“Codice delle comunicazioni elettroniche” pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 214 del 15 settembre 2003 – Supplemento Ordinario n. 150
Art. 105 – Libero uso
Art. 134 – Attività di radioamatore
Art. 135 – Tipi di autorizzazione
http://www.camera.it/parlam/leggi/deleghe/03259dl2.htm

Come fare per ottenere un “nominativo SWL” in forma gratuita senza richiederlo al ministero dello Sviluppo Economico? E aggiugno io, che sia valido in tutto il mondo?

Semplice, presto detto, su swarl.org !!!  clicca qui “Get SWL Call Sign NOW!

Il sito in questione è in lingua inglese ma è di facile comprensione. Nella stessa home page è necessario inserire il proprio nome e cognome, seguito dalla città dove vivete, dalla provincia e dalla nazione di appartenenza. E’ necessaria inoltre una email valida. Una volta inseriti i dati si procede al controllo dei dati inseriti (Preview application) e se tutto è ok, si puo’ procedere all’invio dei dati. In genere il nominativo viene inviato in email, sotto forma di un attestato, in un arco di tempo che va dalle 3 alle 4 settimane.  Ma è possibile vedere l’andamento delle registrazioni attraverso questo link

Buoni ascolti a tutti
IU0LTQ Luigi

Fonte: Web